Salumeria del design, il Fuori Salone quotidiano

Offrire qualcosa di utile, rispondere a esigenze concrete, creare rete fra realtà artistiche, artigiani, commercianti, cittadini. È forse questo il vero design, quello quotidiano che vive prima e dopo delle proposte del Salone del Mobile che affollano Milano una settimana all’anno. È sicuramente questo il design che ha scelto la Salumeria del Design, alias Giulia e Nicola, che da designer hanno cercato di offrire a Milano un nuovo laboratorio di idee, di progetti, di iniziative che coinvolgano soprattutto le persone. Lo hanno fatto partendo proprio da loro, dalle persone, dal quartiere, da via Padova. La stessa che ancora vive divisa fra stereotipi che ne nascondono la vera natura, il bisogno che ha di dare voce alla sua estrema vitalità, di ritrovarsi in un luogo, di recuperare la sua identità.

Com’è nata la Salumeria del design?

G: Tre anni fa mi sono trasferita in via Padova e con Nicola volevamo fare qualcosa legato al territorio, un servizio diffuso. Nel 2013 abbiamo proposto nell’ambito della Festa di Via Padova Ma gnam, un piccolo tour gastronomico della via, in collaborazione con sette commercianti. Per noi era un modo di parlare di multiculturalità attraverso il cibo e la prima edizione è andata molto bene, così abbiamo proposto una seconda edizione nel 2014 aggiungendo un altro evento: nascono così le pulci pettinate, un momento di festa con gli artigiani, i creativi del quartiere. Tantissime persone hanno partecipato e il nostro mercatino è diventato un appuntamento periodico in via Stazio, iniziativa che abbiamo iniziato a proporre anche fuori dal contesto della festa di via Padova.
N: Occupandoci di comunicazione, le nostre idee nascono dall’osservazione dal territorio e con l’obiettivo di raccontare il quartiere in modo semplice. Abbiamo creato delle buone relazioni sia con i commercianti della via, sia con gli espositori del mercatino, anche questo ci ha spinto a fondare un’associazione culturale e ad aprire un luogo fisico dove lavorare e dove proporre altre occasioni di socialità sapendo che, da soli, non sarebbe possibile. Per questo ogni iniziativa è legata a una relazione con un’altra realtà, fare rete per noi è fondamentale.

Salumeria del designQual è il vostro rapporto con via Padova?

G: Noi abitiamo questo luogo, i nostri vicini ci chiamano per nome… il pane degli aperitivi alla Salumeria del Design è quello della panetteria qui accanto, se proponiamo un evento facciamo una convenzione con i ristoratori dell’area per un menu conveniente per il visitatore e che dia visibilità al commerciante. Non siamo uno spazio creativo decontestualizzato, chiuso a una propria cerchia di conoscenze slegata dal quartiere.

Quali sono le vostre principali attività e che obiettivi ha la Salumeria del design?

N: Il primo mercatino che abbiamo organizzato si è rivelato un vero successo e ci ha permesso di creare una rete e dare vita ad altre attività. È così che, oltre alle “Pulci Pettinate”, organizziamo un altro mercatino in zona Isola, le “Botteghe sotto i grattacieli” e con l’associazione La Scheggia proponiamo il “Furgoncinema“, una serie di proiezioni all’interno di un furgone trasformato in una piccola sala cinematografica. Con questa associazione, inoltre, condividiamo la gestione della sede in cui ci troviamo e che stiamo cercando di trasformare in un vero e proprio punto di riferimento culturale per il quartiere e per la città. Vorremmo che questo luogo diventasse una realtà sempre più stabile, al di là degli eventi periodici che organizziamo. Nella nostra sede trovano spazio serate di musica, di street food, laboratori, incontri di approfondimento culturale a 360 gradi, insomma, tutto quello che, oltre il mercatino, offre alla gente la possibilità di vivere e condividere questo luogo. Ed è su queste iniziative che vorremmo puntare.

Siamo alle porte della Design week di Milano… che cos’è il design per voi e c’è spazio per via Padova al fuori salone?

N: Di spazi creativi nel quartiere ce ne sono tanti, noi ci occupiamo di un design “quotidiano”, quello che usi tutti i giorni, saremmo fuori contesto in un evento, per quanto interessante, delle dimensioni e della linea del fuori salone. È per questo che quello che faremo è ciò che facciamo ogni settimana: nell’ambito dei “giovedì della Salumeria” il 14 aprile (dalle 18:30) proporremo un aperitivo… il FUORISALUME 2016 assieme a Ninfarea che promuoverà gustosi assaggi gastronomici di aziende agricole locali. Sí non è nel nostro stile “metterci belli” per un evento, magari studiare un allestimento che non ci rispecchia. Secondo noi via Padova non è ancora pronta per dare un servizio e un’offerta ai visitatori coerente con il Fuori Salone. Ci vuole ancora tempo, per studiare una chiave di lettura non banale e dare un’immagine del quartiere reale e interessante.

FuoriSalume2016

L’appuntamento è domani, 14 aprile, dalle 18.30 alle 22.30, alla Salumeria del design di via Cecilio Stazio 18 per il FUORISALUME 2016… e per i prossimi progetti e appuntamenti, seguite la pagina Facebook dell’Associazione o… passate direttamente al bancone per i migliori prodotti!

 

redazione

Ilaria Brusadelli & Marco Besana

Potrebbero interessarti anche...

5 risposte

  1. 1 Maggio 2016

    […] 10.00 / Via Stazio, via Predabissi La festa di via organizzata dalla Salumeria del Design dedicata all’artigianato, al vintage e alla creatività, per la sua 10ˆedizione apre le porte […]

  2. 14 Maggio 2016

    […] Ogni giovedì un aperitivo a tema! La nostra intervista ai fondatori> SALUMERIA DEL DESIGN, IL FUORI SALONE QUOTIDIANO […]

  3. 19 Maggio 2016

    […] Ogni giovedì un aperitivo a tema! La nostra intervista ai fondatori> SALUMERIA DEL DESIGN, IL FUORI SALONE QUOTIDIANO […]

  4. 1 Giugno 2016

    […] Ogni giovedì un aperitivo a tema! La nostra intervista ai fondatori> SALUMERIA DEL DESIGN, IL FUORI SALONE QUOTIDIANO […]

  5. 15 Giugno 2016

    […] l’arrivo dell’estate Salumeria del design (La nostra intervista ai fondatori> SALUMERIA DEL DESIGN, IL FUORI SALONE QUOTIDIANO) e Magazzino76 presentano  il mercatino vintage serale in versione estiva a Magazzino76, […]